24 Minuti

1 aprile 2009

Ieri, 31 marzo 2009, è uscita l’ultima edizione del giornale gratuito del gruppo Sole24Ore, 24 Minuti, distribuito nelle metropolitane di Roma e Milano. Di seguito il comunicato:

Il gruppo 24 Ore chiude a partire dal 1° aprile 24 minuti, quotidiano gratuito diffuso al pomeriggio a Roma e Milano. La decisione è stata presa, nonostante l’apprezzamento riscontrato dalla formula editoriale, in relazione all’andamento negativo del mercato pubblicitario italiano manifestatosi nel 2008 e acuitosi notevolmente nei primi mesi del 2009. «La chiusura di un prodotto fatto con qualità e passione – ha dichiarato il presidente del Gruppo 24 Ore Giancarlo Cerutti – è sempre un avvenimento doloroso, ma le condizioni attuali del mercato della free press non ci consentono alternative».
«L’editore ha deciso di interrompere da domani l’uscita di 24 Minuti, ritenendo non economica la pubblicazione di un giornale gratuito alla luce della crisi del mercato pubblicitario. Il Cdr, a nome della redazione, che in questi due anni e mezzo si è impegnata a realizzare 24 Minuti con qualità e passione – come ha riconosciuto lo stesso editore – ha preso atto con perplessità e grande amarezza della scelta aziendale. E quella di un tramonto ci è sembrata, scontata che sia, la photogallery più adatta al commiato con i lettori di Roma e Milano».

tramonto-roma
tramonto-roma

http://www.24minuti.ilsole24ore.com/24Minuti/20090331/Roma/3.shtml

Devo dire che francamente mi dispiace, perchè leggevo con piacere 24 Minuti quando prendevo la metro.
Però devo anche aggiungere di essere felice! Perchè iniziano finalmente a chiudere i giornali e le redazioni. E ora voglio vedere cosa faranno le flotte di giornalisti leccaculo che si troveranno disoccupati da un giorno all’altro… Apriranno un blog? Beh, tengano conto che sul web la pubblicità rende molto poco; a meno che non ottieni centinaia di migliaia di visite al mese. Negli States un sito che ha un accesso di 100.000 visite al mese può portare a casa 75.000 dollari l’anno, ma deve averne parecchia di credibilità per arrivare a 100.000 accessi! E sinceramente non so quanta credibilità possano avere sul web gente come Battista, Mauro, Belpietro, Mieli, Giordano, Feltri, e tanti tanti altri…
La pubblicità sta scappando via dai giornali, siamo a -30% da inizio anno; i lettori non comprano più (e vorrei ben dire vista la crisi, anche mio padre che ha 60 anni ormai legge il suo Tuttosport sul web) e siamo a -20% da inizio anno. Mediaset è sempre più in crisi, poveraccio Berlusconi stesso nel 2007 ha dichiarato al fisco 10 volte di meno rispetto all’anno precedente!

Chi pagherà i giornali? Basteranno alle testate i finanziamenti del governo coi soldi pubblici (cioè nostri)?? Arriverà forse il momento in cui aboliranno finalmente l’albo dei giornalisti?

Mi sta anche venendo un sospetto: ma non è che il controllo sul web che vogliono attuare serva proprio a regolamentarselo come è successo per l’informazione cartacea e televisiva?
Staremo a vedere…